SCRIVILO.

Se non sai a chi dirlo, scrivilo

Il condizionale non mi piace

19/07/2020

Vorrei che mi scrivessi in piena notte o che suonassi il citofono di casa mia non preoccupandoti di svegliare qualcuno.

Vorrei che di ritorno da qualche serata alcolica piena di donne che hanno lasciato i loro profumi su di te, ti chiedessi cosa sto facendo, se dormo o se c’è qualcosa che mi tiene sveglia.

Vorrei scendere per buttare le buste della spazzatura con un outfit discutibile e trovarti davanti al cancello di casa mia con il tuo sorriso migliore e tante scuse per giustificare la tua presenza qui.

Vorrei che mi baciassi quando parlo troppo o ti guardo in modo insistente e che mi abbracciassi quando sono arrabbiata ma non riesco a non ridere.

Vorrei che te ne fregassi che questo non è il momento giusto e che forse siamo giusti solo per questo istante.

Vorrei essere l’unico odore che non riesci a dimenticare, l’unica voce che ti riesce a tranquillizzare, l’unica testa che ti può capire e l’unico cuore che non vuoi spezzare.

Vorrei bastarti come un solo bicchiere pieno di acqua quando hai tanta sete. Vorrei saziare il tuo senso di sete.

E per finire, se tutto questo potesse davvero accadere, vorrei non aver usato il condizionale: “modo del verbo che attenua a desiderio l’affermazione contenuta in una frase isolata”.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: